NUMERO VERDE

800 974250

Follow Us
Top
 

Salute e Benessere

“Si definisce salute uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità.” (OMS, 1948)

L’Organizzazione Mondiale della Sanità definì nel 1948 la salute come “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non la semplice assenza dello stato di malattia o di infermità.” (OMS, 1948)

Il concetto di salute formulato nel 1948 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità è ancora oggi alla base della definizione ufficiale del termine “salute”. Questa definizione ha portato in primo piano i fattori culturali e psichici  e l’ambiente sociale e politico. Nel corso degli anni il mondo scientifico ha avuto modo di ri-elaborare ed approfondire questo concetto. Tanto che l’OMS in un documento del 1984 sulla promozione della salute redatto in vista della preparazione della Carta di Ottawa, recita come segue: “(…) questa prospettiva nasce da una concezione di “salute” intesa come campo di applicazione delle capacità individuali o di gruppo, intese a modificare o a convivere con l’ambiente. La salute è quindi vista come una risorsa della nostra vita quotidiana, e non come lo scopo della nostra esistenza; si tratta di un concetto positivo che pone l’accento sia sulle risorse personali e sociali che sulle capacità fisiche”.

A questi principi aggiungiamo anche quanto affermato anch’esso nella “Carta di Ottawa” e precisamente che: “Grazie ad un buon livello di salute l’individuo e il gruppo devono essere in grado di identificare e sviluppare le proprie aspirazioni, soddisfare i propri bisogni, modificare l’ambiente e di adattarvisi”. Si identifica così nella salute qualcosa che, espandendosi oltre i confini del soggetto che ne gode, diventa un mezzo propulsore di ulteriori positivi interventi, adattamenti e modificazioni nel proprio ambiente. Allo stesso tempo, quindi, la capacità di adattamento all’ambiente viene considerata un elemento indicatore di un buono stato di salute.

Dai documenti citati si desume in pratica che si è ormai compreso, anche a livello istituzionale ed internazionale, che la salute non dipende soltanto dall’assenza di agenti biologici che casualmente provocano la malattia, ma è il risultato di un armonico, naturale e completo sviluppo dell’individuo in ogni aspetto della sua esistenza.

La Salute è nelle nostre mani!

Ognuno di noi possiede sufficiente potere personale per gestire conspevolmente e direttamente la propria salute e il proprio benessere, intesi  nel senso più ampio di flessibilità e capacità  di trarre il meglio da ogni situazione, capacità di gestire e risolvere in modo soddisfacente quelli che ci appaiono come problemi. Salute e benessere derivano insomma dalla capacità di realizzare “creativamente” – senza perdere di vista i limiti oggettivi nostri e dell’ambiente ma senza lasciarcene sopraffare – il nostro progetto di vita. E’ implicito che tale visione consideri con atteggiamento positivo anche i momenti di crisi, visti come occasioni e opportunità di cambiamento piuttosto che come danni.

love