NUMERO VERDE

800 974250

Follow Us
Top

XXV Congresso Nazionale Aicat 2016

Sintesi conclusiva del XXV Congresso AICAT

Si è svolto nei giorni 7/8/9 ottobre 2016 presso l’Hotel Casale a Colli del Tronto (AP) il XXV Congresso dei Club Alcologici Territoriali, dal titolo “VIVERE SOBRI PER VIVERE LIBERI NELLA FAMIGLIA E NELLA SOCIETA’”.

Sono stati presenti nei tre giorni circa 600 partecipanti, in rappresentanza delle famiglie e dei servitori insegnanti di tutte le Regioni italiane. Hanno inoltre partecipato i rappresentanti internazionali provenienti dalla Scandinavia, dall’India, dalla Croazia e dallo Sri Lanka.

Il Congresso è iniziato con l’accoglienza e le testimonianze delle famiglie dei club dell’ARCAT Marche ed i saluti del Presidente Roberto Amadio; subito è stato rivolto un pensiero alle popolazioni colpite dal recente terremoto cui va la vicinanza e la solidarietà di tutto il mondo dei Club.

Si ringraziano, per il patrocinio concesso, la Regione Marche ed il Consiglio Regionale Marche, la provincia di Ascoli Piceno, i Comuni di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Fermo e Porto S. Giorgio.

Un ringraziamento particolare al Comune di Colli del Tronto, al Sindaco di Campofilone e a quello di Grottammare che è intervenuto al Congresso accompagnando le classi della Scuola Elementare “G. Leopardi” che hanno rallegrato il Congresso presentando il loro lavoro nell’ambito della prevenzione alcologica.

Un doveroso ringraziamento va anche a tutti gli enti pubblici e privati che hanno sostenuto economicamente il Congresso e alle associazioni AMBALT (Associazione Marchigiana per la cura dei Bambini affetti da Leucemia o Tumori), ANGLAD (Associazione Nazionale Genitori Lotta alla Droga) e Protezione Civile e al gruppo podistico dell’AVIS che ha partecipato e realizzato la marcia della sobrietà che ci ha raggiunti durante la giornata di sabato.

Si ringraziano anche e soprattutto l’ARCAT Marche organizzatrice del Congresso, il Presidente Roberto Amadio, le famiglie e i servitori-insegnanti dei Club che hanno saputo realizzare al meglio il nostro incontro annuale coadiuvati e sostenuti in questo sforzo dal gruppo di lavoro AICAT. Una nota di apprezzamento per la scelta del contesto che ha risposto al meglio alle esigenze del Congresso.

Un sentito ringraziamento va ad Anna Biagetti che ha realizzato il logo raffigurante l’albero della vita e a tutti gli studenti del Liceo Artistico Preziotti-Licini di Fermo (Porto San Giorgio) che hanno partecipato al concorso per la realizzazione del logo e che, con la loro presenza, hanno manifestato l’interesse per le tematiche congressuali.

Ringraziamo inoltre l’Istituto Superiore di Sanità nella persona del Dott. Emanuele Scafato per la partecipazione e il contributo ai programmi di ricerca con l’AICAT e ai lavori del Congresso.

Si ringraziano il gruppo folkoristico “Ortensia” e “Le Matricole di Campofilone” per aver animato le serate sociali.

Un sentito ringraziamento, infine, ai ragazzi della “MIXINTIME” per il servizio audio-video prestato in sala, e per aver permesso, mediante collegamento streaming, anche a chi era a casa di seguire tutto il Congresso di cui sarà prodotto un video unico da poter visionare anche successivamente.

Il XXV Congresso è coinciso con il ventennale della morte di Hudolin ed insieme abbiamo fatto memoria del lungo cammino percorso dai Club nei precedenti ventiquattro congressi.

Fin dall’inizio il Congresso ha mostrato il fecondo legame dei Club con il territorio. Ancora una volta il lavoro di preparazione al Congresso ha rappresentato un’importante opportunità di crescita per il territorio in cui si realizza.

La relazione del Presidente AICAT Marco Orsega ha rappresentato appieno la complessità che sta attraversando il movimento dei Club sulla scia della rivoluzione culturale introdotta e proposta da Hudolin. “Un processo necessario e irreversibile che non può prescindere, però, dalla possibilità ed opportunità per tutti i membri di Club italiani, famiglie e Servitori Insegnanti, che propongono e praticano l’Approccio Ecologico-Sociale di Hudolin, di poter partecipare e confrontarsi in prima persona ed in piena libertà per crescere e maturare le scelte di cambiamento e di trascendenza umana e culturale” che è prassi comune nel lavoro settimanale dei Club.

Scarica il documento completo con le Conclusioni del XXV Congresso Nazionale Aicat 2016 di Colli del Tronto